16 Luglio 2013

La Cina frena? No problem

La Cina frena? No problem
Tempo di lettura: < 1 minute

La Cina frena? Un’ossessione occidentale, secondo l’economista inglese Jim O’Neill – famoso per aver inventato l’acronimo Bric, che indica i Paesi emergenti -, intervistato dal Corriere della Sera del 16 luglio. Che ha spiegato: «Io non sono né sorpreso né allarmato: non si poteva pensare che il Pil continuasse a crescere al ritmo del 10 per cento. Dobbiamo abituarci anche a un 7 per cento».

Dopo aver ricordato che dal 1995 a oggi il Pil cinese si è moltiplicato per 23, ha aggiunto: «Succede che gli anni della Cina con la produzione a basso costo sono finiti e credo che questo sia un bene; sono convinto che il governo di Pechino ne sia consapevole e lo voglia. Punta alla qualità dopo aver raggiunto la quantità», il che richiede «ricerca, innovazione, creatività, istruzione».

Mondo
18 Maggio 2024
Putin e Xi, note a margine
Mondo
17 Maggio 2024
La rivolta "colorata" in Georgia