7 Novembre 2012

Nel 2010 il capo del Mossad fermò un attacco contro l'Iran

Nel 2010 il capo del Mossad fermò un attacco contro l'Iran Tempo di lettura: < 1 minuti

«Nel 2010 il premier israeliano Benjamin Netanyahu ed il ministro della difesa Ehud Barak furono vicini a ordinare un attacco contro le infrastrutture nucleari in Iran. Ma i loro preparativi si scontrarono contro la ferma opposizione del capo del Mossad Meir Degan e del capo di Stato maggiore generale Gaby Ashkenazi. Lo sostiene un’inchiesta condotta dal programma televisivo Uvda, della televisione commerciale israeliana. Secondo Uvda – un programma che gode in Israele di grande reputazione – al termine di una consultazione ministeriale, Netanyahu e Barak ordinarono che alle forze armate fosse impartito il cosiddetto “codice P +”, un equivalente della massima allerta, in previsione di un attacco imminente. A nome di Mossad, Degan sostenne che quell’ordine doveva essere convalidato dal Consiglio di Difesa del governo». Così su Avvenire del 6 novembre.