24 Ottobre 2023

Armenia e Azerbaigian: previsti colloqui di pace in Iran

Diplomazia al lavoro per disinnescare la fosca previsione di una nuova guerra.
I ministri degli esteri di Armenia e Azerbaigian insieme agli omologhi di Iran, Russia e Turchia
Tempo di lettura: 2 minuti

Riportiamo dalla Reuters: “I ministri degli Esteri di Iran, Turchia e Russia incontreranno lunedì a Teheran i loro omologhi di Azerbaigian e Armenia per confrontarsi sui progressi verso un accordo di pace tra i due Paesi confinanti del Caucaso meridionale”.

“Tra le crescenti tensioni che affliggono il Medio Oriente, si tratta anche del primo incontro dei ministri degli Esteri di Russia, Armenia e Azerbaigian dopo l‘offensiva lampo di settembre delle forze azere nel Nagorno-Karabakh”, che ha portato all’annessione di tale regione all’Azerbaigian.

Diplomazia al lavoro per Armenia e Azerbaigian

Non solo, l’iniziativa si pone anche in controtendenza rispetto alle spinte del premier armeno Nikol Pashinyan di stracciare i rapporti consolidati tra il suo Paese e la Russia in favore di un ri-orientamento verso l’Occidente, spinte alle quali non sono aliene le pressioni occidentali per fare dell’Armenia una nuova Ucraina, con prospettive devastanti per la stabilità del Caucaso.

Inoltre, il fatto che l’incontro si terrà in Iran rappresenta anche un modo per tentare di risolvere le tensioni che da tempo affliggono i rapporti tra Iran e Azerbaigian, usato da Occidente e Israele come base per lanciare azioni di disturbo contro Teheran, con la quale pure gli azeri hanno legami antichi, essendo gli unici due Paesi del globo dove predomina l’islam sciita.

Last but not least, il summit disinnesca in maniera recisa le fosche previsioni del Dipartimento di Stato Usa, con Il segretario di Stato Antony Blinken che avrebbe avvisato un ristretto gruppo di deputati americani della possibilità che l’Azerbaigian invada l’Armenia nelle prossime settimane, profezia riferita da Politico nei giorni scorsi e che aveva serie possibilità di auto-avverarsi.

Evidentemente la diplomazia russa, turca e iraniana hanno convinto i potenziali duellanti a prevenire nefasti sviluppi. Un barlume di luce nelle tenebre che incombono sul mondo.

 

P.s. nella foto di apertura: i  ministri degli esteri di Armenia Ararat Mirzoyan,  Azerbaigian Jeyhun Bayramov, Iran Hossein Amir-Abdollahian, Russia Sergei Lavrov e Turchia Hakan Fidan posano per la foto di rito durante il vertice a Teheran.

Mondo
19 Luglio 2024
Ucraina: la guerra inglese
Mondo
18 Luglio 2024
Il Covid di Biden