Mondo

25 Marzo 2013

Grossmann e la visita di Obama in Medio Oriente

Grossmann e la visita di Obama in Medio Oriente

«Obama ha messo finalmente gli israeliani di fronte a uno specchio, specie coloro che preferiscono non vedere che per quanto democratico sia il nostro Paese, nei territori palestinesi occupati manteniamo un regime che si avvicina molto a quello dell'Apartheid. Ci ha detto che così non può continu... Leggi di più

25 Marzo 2013

I Brics vogliono una Banca per lo sviluppo alternativa al Fmi

I Brics vogliono una Banca per lo sviluppo alternativa al Fmi

«Un vertice per rilanciare le relazioni diplomatiche e commerciali in una fase delicatissima della crisi internazionale, e soprattutto per far sorgere una nuova banca internazionale. I rappresentanti delle grandi economie emergenti appartenenti al gruppo Brics (Brasile, Russia, India, Cina e Sud Af... Leggi di più

19 Marzo 2013

Il sistema antimissile Usa si sposta dalla Polonia all'Alaska

Il sistema antimissile Usa si sposta dalla Polonia all'Alaska

La minaccia coreana obbliga il Pentagono a potenziare la difesa missilistica in Alaska. Scelta che comporta tagli al sistema anti-missile che si sta costituendo in Polonia, oggetto di aspre controversie con Mosca. Così sulla Stampa del 17 marzo Maurizio Molinari: «Finanziare l'ampliamento dei silo... Leggi di più

7 Marzo 2013

Una nuova Yalta per la Siria?

Una nuova Yalta per la Siria?

È un articolo apparso su sito Assadakah il 4 marzo, a firma Raimondo Schiavone, che scrive da Beirut. Parla della guerra siriana, ma in maniera altra e diversa dal solito. Inizia accennando alla riunione di Roma, nella quale, annota Schiavone, ai ribelli, che urgevano armi, il segretario di Stato U... Leggi di più

6 Marzo 2013

La globalizzazione va governata o serve a pochi in danno di molti

La globalizzazione va governata o serve a pochi in danno di molti

La globalizzazione, in sé non è né buona né cattiva, spiega Joseph Stiglitz, premio Nobel per l'economia, nel suo ultimo libro (Il prezzo della disuguaglianza, Einaudi), il fatto è che «i governi la stanno gestendo molto male, per lo più a beneficio di interessi particolari. L'interconnessio... Leggi di più

1 Marzo 2013

Todorov, la guerra in Siria e il riflesso egemonico dell'Occidente

Todorov, la guerra in Siria e il riflesso egemonico dell'Occidente

«In Siria non si può intervenire, prima di tutto per evidenti ragioni militari: non si tratta di un deserto attraversato da pochi pik-up come in Mali, è un Paese densamente popolato e dai confini delicati, con Iran, Libano e Israele...». Così il filosofo francese Tzvetan Todorov spiega il manca... Leggi di più

23 Febbraio 2013

La guerra in Siria e il petrolio del Golan

La guerra in Siria e il petrolio del Golan

La guerra infuria, in Siria, e le pace è un miraggio. In questa temperie pare ci sia chi vorrebbe cogliere l'attimo fuggente. Mentre il governo di Damasco è in crisi e relativamente isolato dal punto di vista internazionale, qualcuno vorrebbe mettere le mani sul petrolio del Golan, al centro di co... Leggi di più

19 Febbraio 2013

Gli industriali tedeschi al governo: "In guerra per le materie prime"

Gli industriali tedeschi al governo: "In guerra per le materie prime"

«Il governo di Berlino dovrebbe aiutare l'industria tedesca a garantirsi libero accesso alle materie prime e alle terre rare sparse per il mondo, se necessario anche con l'appoggio delle forze armate. È la richiesta avanzata da Dierk Paskert, direttore di "Alleanza per le materie prime", una socie... Leggi di più

18 Febbraio 2013

L'Ayatollah Khamenei: la bomba atomica crimine contro l'umanità

L'Ayatollah Khamenei: la bomba atomica crimine contro l'umanità

«Noi non costruiremo la bomba atomica. Non lo faremo non perché la cosa dà fastidio agli americani ma perché la nostra posizione è basata sulla credenza religiosa che le armi atomiche siano un crimine contro l'umanità. Tutte le armi atomiche andrebbero distrutte». Così l'Ayatollah Alì Khame... Leggi di più

16 Febbraio 2013

Il patto tra Occidente e terroristi per rovesciare Assad

Il patto tra Occidente e terroristi per rovesciare Assad

«I ribelli siriani ricevono soldi ed armi soprattutto da Arabia Saudita e Qatar. L’Arabia Saudita rifornisce principalmente Al-Qaeda, con gli USA che sono al corrente di tutto. L’Occidente poi fornisce una copertura politica alla ribellione, anche di Al-Qaeda. Di fatto, in Siria, l’Occidente ... Leggi di più